Amore et SimiliaIl Mio QuartiereImmaginiGroovyFiorigroovinstagramCasa Groovy CasaCasaFacileIKEATIGERCrochetGróóviolaGróóvyna
AmarcordPink WorldModaGroovy ChefVerdeRosaMio FratelloFamigliaGroovy ConvivenzaIstruzioneMusicaSerateSaggezza di Groovy
TV e Cartoni AnimatiRicorrenzeFacebookLe Interviste di GroovyMorganRassegna StampaStorie di una G.O.C.CeTestGrooVarieGroovy foto su FlickrPuffiHOME
Clicca sui Groovy Tasti per navigare tra le categorie!

giovedì 16 marzo 2006

Se Groovy fosse Ulisse, Morgan sarebbe la mia Itaca

... ma che Odissea!

Sembra una mattina come tante
Groovy è uscita di casa e a passo svelto sta raggiungendo la metro!
Groovy non è solita prendere i giornali gratuitamente distribuiti:
non ama girare con roba extra in mano,
eppure ieri, non so perchè,
decide di accettare il Metro gentilmente offerto da un omino.
Dopo averlo piegato in 4, lo ripone nella borsa e se ne scorda.
Arrivata alluniv si dirige al computer per il suo internet tour quotidiano.
Il Metro è sempre stipato nella borsa.
E rimane lì finchè la Groovy non viene raggiunta da A.
A. ama leggere i quotidiani gratuiti, specie Metro,
A. prende la copia che Groovy ha nella borsa
e si immerge nella lettura.
Ne emerge pochi minuti dopo per notificarmi, senza alcuna enfasi, che allauditorio di via della Conciliazione, la sera stessa, avrebbe suonato Morgan, con Franco Battiato special guest.

La Groovy smette di respirare
il cuore le si ferma per un po
poi le pulsazioni le salgono a mille.
Poi non capisce più niente.
Rinsavisce solo dopo qualche minuto
e si fionda su internet per cercare informazioni dettagliate.

Deve comprare due biglietti,
decide di portarci la groovy mamma che tanto ama Battiato.
Il rivenditore più vicino è Orbis, ci sarebbe andata dopo pranzo, previa telefonata per accertarsi circa la disponibilità.
Ogni tentativo di telefonata risulta però infruttuoso.
Il signor Orbis non risponde.
Groovy deve recarsi di persona.

Una corsa senza fiato le permette di acchiappare al volo lautobus
e alle 15 si ritrova davanti alle porte, ahimè chiuse, del negozio.
Un cartello avvisa che lesercizio aprirà alle 16.
Groovy non si dà per vinta, malgrado abbia i minuti contati: alle 17 dovrà stare dallaltra parte di Roma.
Si siede su uno scalino e, pazientemente, lascia che il tempo passi.
Scopre ben presto di non essere sola.
Alcuni tifosi del middlesbrough gozzovigliano in un bar a due metri da lei.
Mastodontici e rubicondi intonano cori da stadio bevendo pinte su pinte di birra.
Più volte la invitano a sedersi con loro, ad intonare gli stessi cori, perfino a recarsi con loro allo stadio.
Groovy fa finta di non capire.
Tra un rutto e una parolaccia il tempo passa.

Arrivano le 16.
Le porte di Orbis si schiudono
Groovy entra trafelata,
acquista due Poltronissime.
e arcicontenta corre alla stazione Termini ad aspettare il 310.
Seguono tragitto in autobus e 2 ore e mezzo di Groovy in modalità G.O.C.Ce
(Groovy Operatrice Call Center).

Alle 1930 firmo luscita. Ed esco trafelata.
Il 310 mi passa sotto al naso.
Attendo il successivo per un quarto dora
Ho il cuore in gola
Non ce la farò mai.
Arrivata a Termini perdo anche la coincidenza con il 40.
il successivo non si decide a partire.
Il centro è bloccato.
La partita allOlimpico ha messo Roma in ginocchio.
La Groovy mamma mi tempesta di telefonate ad intervalli regolari.
Chiede continui aggiornamenti.
Lei è da tempo davanti allauditorio, mi aspetta al freddo e al gelo.
Nellattesa mi compra un tramezzino.

Mancano dieci minuti allinizio del concerto.
Finalmente lautobus arriva alla mia fermata.
Le porte si aprono.
Tocco lasfalto.
La Groovy Mamma che mi attendeva alla fermata
mi butta in bocca il tramezzino.
Lo divoro in un istante.
Poi tiro un bel respiro ed entro.

Ci sediamo.
I posti non sono per niente male.
Le luci si spengono
Morgan fa il suo ingresso insieme alla Sagome
e lo spettacolo ha inizio.

Non ho parole per descrivere quanto sia stato bello.
Morgan è sempre coinvolgente, anche se la platea non è delle più reattive.
Vederlo muoversi sul palco è un sogno.
Ama gli strumenti che suona, duetta con loro, trasmette gioia di vivere.
I miei occhi non si staccano da lui che, come un saltimbanco, si destreggia tra tastiere, basso, diamonica e altri oggetti strani che producono dubbie sonorità.
Distolgo lo sguardo da lui solo quando Megahertz si mette al Theremin.
è una grande magia.
è stata unimpresa accaparrarsi i biglietti, ma ne è valsa veramente la pena.
Morgan canta vecchi pezzi dei Bluvertigo, canzoni dellAppartamento, poi, una dietro laltra, tutti i brani di "Non al denaro, non allamore, nè al cielo".
Ma prima di intonare "Un Malato di Cuore"
Fa la sua apparizione sul palco Franco Battiato.
ed è Standing Ovation.
Purtroppo ci regala solo 3 canzoni.
Ma è pura magia.
Esce di scena senza concedere neanche un bis.
Morgan riprende in mano lalbum di De Andrè
e al momento de "Un Ottico" raggiunge livelli eccelsi.
Ascoltarlo e guardarlo è uno spettacolo.

Il Suonatore Jones chiude album e concerto
e come spesso accade
Morgan invita il pubblico a chiedere il bis.
Esce di scena seguito dalle Sagome,
Lascia che il pubblico lo acclami.
Poi ritorna e ci regala ben due canzoni di Umberto Bindi.
Estasi.
<!--



-->

21 commenti:

  1. utente anonimo16 marzo 2006 16:54

    Questa è nuova...la Groovy lavora come "centralinista"...forte :) me mancava...e sò pure dove se l'orario è quello :)

    G.

    RispondiElimina
  2. si, spettacolare.
    come avrai letto da me,nel post di martedì mattina, io l'ho visto lunedì sara, in terza fila, davanti a me dori ghezzi.
    spettacolare.
    ormai però preferisco il morgan più intimo, delle quattro chiacchiere dopo, volute, senza fan impazzite che gli chiedono i soliti autografo-foto.
    cheppalle.

    la giu' che in questo campo ha una gavetta troppo lunga e preferisce l'intimità:)

    RispondiElimina
  3. wauuuunnnnn (fa così il theremin?)

    RispondiElimina
  4. utente anonimo16 marzo 2006 20:48

    Che seratona!!

    Quanta allegria!!!


    Talmente tanto theremin che pareva la sigla di star trek versione matusa.

    Quanto cuccuruccuccuccucuu......

    bisognerebbe farlo tutti più spesso.

    E "non al denaro blablabla...."

    DOVEVANO METTERGLI LA COPERTINA DI GUTTUSO!

    così il cerchio era completo.

    aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa sì!

    RispondiElimina
  5. utente anonimo17 marzo 2006 11:49

    Che tajo... "Ehi bella bionda, vuoi una birra? O vuoi qualcos'altro? Ahahahaha"... Che tajo.
    Ti sei scordata di citare il pezzo più importante cantato da Morgan l'altra sera "I'm happy" dei Soerba.
    M.i.c.

    RispondiElimina
  6. è vero!!!!

    L'apoteosi si è raggiunta quando Morgan ha intonato "I'm happy"
    io ho spiegato a mamma che quella song piace molto a Kiki e mamma, come in un vero concerto rock, gli ha telefonato e gliel'ha fatta ascoltare!!!

    RispondiElimina
  7. Caro G.
    no, l'orario non è quello!
    per andare da Morgan ho schiesto un ora e mezzo di permesso!

    mi hanno leggermente ucciso!!!

    RispondiElimina
  8. ma siamo tutti appassionati di FDA, qui dentro?
    ... dov'è l'errore?

    RispondiElimina
  9. Ma I'm happy secondo me è stata la caduta del live.
    evitabilissima.
    di bindi ha fatto il nostro concerto e poi?

    RispondiElimina
  10. utente anonimo17 marzo 2006 20:22

    ...poi ha fatto 'impessioni di mago Zurluglio' degli Spliffenkrafts

    altro 'must'...

    ...che uno poi si fa licenziare...però oh! n'è valsa la pena..mica da ridere

    RispondiElimina
  11. Grovvy Ppp... Groovy Mummy... un mondo pieno di Groovy...

    RispondiElimina
  12. Mi passate per buono anche un Groovy Kiki?

    RispondiElimina
  13. utente anonimo18 marzo 2006 14:54

    anche per la groovy mamma è stata un'estasi anche perchè ti aveva accanto

    RispondiElimina
  14. utente anonimo18 marzo 2006 22:41

    Capito Principessa...cmq solo il call center dei nostri "incubi" ha orari "flessibili" :)

    RispondiElimina
  15. Evviva la Groovy-mamma che ha condiviso quei momenti di profonda 'allegrezza', contemplando il mmm-mm-mare, accanto alla divina pargoletta.

    RispondiElimina
  16. Ciao!
    Mi chiedevi informazioni su quali canzoni avessero suonato insieme Morgan e Battiato.
    Io non ero al concerto, in compenso ho visto Morgan la settimana scorsa ed è stato davvero un gran bel concerto! Ho pure la locandina appesa in camera :-P

    Ad ogni modo per rispondere alla tua domanda copincollo da it.fan.musica.battiato

    "Ieri sera hanno fatto (solo) 3 pezzi assieme.
    Con il solo Battiato alla voce, accompagnato da Morgan e Le Sagome, una
    splendida versione de "Il re del mondo" (con un theremin da brivido) e "La
    canzone dell'amore perduto".
    Poi gran finale con (credo) "The Sun Ain't Gonna Shine Anymore" dei Walker
    Brothers (direttamente dagli anni '60) semi-improvvisata ("l'abbiamo provata
    solo in albergo...") con un Morgan gigione alla voce e Battiato più
    compassato, ma divertito, a cantare il ritornello."

    Buona giornata
    Ciao ciao
    Whitefang

    RispondiElimina
  17. grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee
    sei stato vermente impagabile!

    RispondiElimina
  18. sono contento che ti sia piaciuto ^^

    ma cosa vuol dire "rubicondo", arrossato?

    RispondiElimina
  19. rubicondo: che ha un colorito rosso intenso, segno di salute e floridezza...
    (De Mauro insegna!!)

    RispondiElimina
  20. utente anonimo22 marzo 2006 21:42

    La prima volta che Groovy,mi ha portato ad un concerto di Morgan all'inizio ho storto il muso poi l'ho rivalutato, al 2° concerto (Morgan canta De Andre') ero incredula davanti alla sua bravura, Quando Groovy mi ha mandato l' sms del concerto Morgan Battiato ho pensato: Nooo voglio andarci anche io!!!!!!!!!
    Ma da Londra non era possibile.....

    RispondiElimina