Amore et SimiliaIl Mio QuartiereImmaginiGroovyFiorigroovinstagramCasa Groovy CasaCasaFacileIKEATIGERCrochetGróóviolaGróóvyna
AmarcordPink WorldModaGroovy ChefVerdeRosaMio FratelloFamigliaGroovy ConvivenzaIstruzioneMusicaSerateSaggezza di Groovy
TV e Cartoni AnimatiRicorrenzeFacebookLe Interviste di GroovyMorganRassegna StampaStorie di una G.O.C.CeTestGrooVarieGroovy foto su FlickrPuffiHOME
Clicca sui Groovy Tasti per navigare tra le categorie!

lunedì 24 novembre 2003

Che sfacelo


mi guardo intorno e noto che va tutto male, non cè niente che si salvi. Ho pianto pianto pianto, ma sento che ancora tante lascrime devono uscire.Rngrazio Dio che sono sola a casa così posso piangere senza che nessuno mi chieda cosa ho! Con la persona con cui sono andata sempre daccordo ormai non si ragiona più:di persona ci scanniamo, al telefono ci scanniamo e alla fine troviamo degli equilibri instabili pronti a crollare appena ci rivediamo o risentiamo.


Le amicizie anche si sono sfasciate tutte insieme


sto perdendo tutto, tutto mi rotola via dalle mani prima che possa stringere i pugni per afferrare. Ma ho voglia di afferrare ciò che sto perdendo?


Ora sono io ad essere vuota.attorno a me tante persone che si riempiono la bocca di frasi. Mi sommergono di parole. Vorrei non sentire. Vorrei che mi fiskiassero le orechie! Vorrei fare un urlo e tramortire il mondo.


Sono un sasso che prova dolore


Meno male che domani cè il corso di inglese


<!--



-->

3 commenti:

  1. se provi dolore non sei un sasso. E' un periodo di merda,ed i periodi di merda sono tanti.Sai come mi convinco ad avere pazienza che finiscano? TUTTO HA UNA FINE. Non so, è una frase che mi aiuta.Non so se può aiutare anche te 'u'

    RispondiElimina
  2. utente anonimo9 agosto 2005 21:56

    Dolce, tenera Groovy,

    rammento di aver letto questo sfogo la notte in cui divorai con gli occhi tutto il tuo blog, (in pratica quando ho cominciato a impicciarmi dei cacchi tuoi ;P). Già allora eri diversa, eri già groovy con la G maiuscola e non c'era bisogno di aggiungere nulla a quello che Chloe aveva scritto.
    Vorrei che cambiassi soltanto la riga con il collegamento a questo post.
    Mi picerebbe che ognuno potesse cogliere lo straordinario messaggio che c'è in questo tuo spicchio d'esistenza. Chi è convinto che nel dolore ci si finisce per restarci in aeternum, si sbaglia.
    C'è molta gente che ha bisogno anche semplicemnte di queste parole per trovare la forza di smettere di viversi addosso e cominciare una nuovo percorso.

    E dunque io dico: "se vuoi finirla
    di deprimerti, se non vedi l'uscita clicca QUI"...

    ...e continua a leggere.

    RispondiElimina